LUCIA ILARIA SEGLIE

“Il viaggio, nel senso più profondo, è la conoscenza di se stessi.”

Dall’età di 18 anni fino ai 27 ho viaggiato ininterrottamente alla ricerca di risposte e di me stessa. In Irlanda conobbi mio marito e da lì iniziai il grande viaggio alla scoperta dell’Asia proprio insieme a lui.

L’india e in particolare modo l’Arhanta Yoga Ashram dove conobbi il mio maestro Yogi Ram, mi cambiò la vita mettendoci a stretto contatto con la filosofia yoga tradizionale.

Da quel momento tutto diventò chiaro e la vita più serena: trovai le risposte alle mie domande. Capii finalmente dove volevo arrivare.

Volevo stare bene, E come? Facendo stare bene gli altri!

Diventai insegnante nel 2012 iniziando così un nuovo percorso ricco di trasformazioni e di obbiettivi.

Da 5 anni mi dedico alla pratica e all’insegnamento di questa disciplina per tramandarne le tecniche ed una filosofia di vita che credo possa fortemente migliorare la vita di tutte le persone.

Il mio mantra? –“ A jorney of a thousand miles begins with a single step”

Sulla linea di questa quota di Confucio, guido gli studenti al raggiungimento dei loro obbiettivi, qualsiasi essi siano.

Mio marito mi accompagna in questo viaggio occupandosi e sviluppando una cucina naturale vegetariana e vegana presso il nostro ristorante Zoi Health/Food/Drink.


MARZIA BENDOTTI

C’è una frase che mi sta a cuore e che ripeto a me stessa come un mantra:
“Ogni persona che incontri è migliore di te in qualcosa, da quella cosa impara”.

Sono mamma di tre bambini e sono loro i miei primi Maestri, che dal primo giorno insieme mi insegnano lo stupore e la simpatia verso la vita, mi ricordano l’importanza del rispetto per sé e per l’altro.

Da anni consulente per un laboratorio di Genetica Medica, sono una lettrice appassionata e i miei percorsi personali e professionali sono passati anche attraverso corsi di Mindfulness, la Scuola di Naturopatia, la Biotransenergetica, la formazione come insegnante di Hatha Yoga presso l’Arhanta Yoga Ashram e la successiva specializzazione per l’insegnamento a bambini e adolescenti.

Gli insegnamenti di Yogi Ram e Yogini Kalyani, l’esempio e il supporto della mia insegnante Lucia mi hanno stimolata e motivata nel percorso di formazione come insegnante Hatha Yoga, passione e stile di vita che oggi sono diventati anche una professione.

L’inizio di tutto.

“L’uomo sta tra cielo e terra” amavano dire i saggi cinesi, che rappresentavano l’uomo nei loro testi della tradizione con la sommità del capo cava, aperta verso l’alto.

Nei primi giorni successivi al concepimento, l’embrione è un insieme di cellule e si presenta come una struttura piena. Dopo circa una settimana, si crea al suo interno un vuoto e nelle settimane a seguire l’embrione si divide in una parte inferiore semisferica piena ed una parte superiore vuota, definita cieloma, cioè cavità del cielo.

Questa cavità che racchiude il cielo dell’embrione non comunica con l’esterno, perché l’embrione si nutre e respira attraverso la madre.

Mentre il bambino cresce nel grembo materno, la pressione del mondo esterno aumenta e lo spazio uterino diminuisce, ma quel vuoto iniziale è sempre lì. Anzi si è dilatato, proprio a causa della pressione che arriva da fuori.

Quando il bambino sarà pronto e il cielo all’esterno premerà affinchè il piccolo finalmente nasca, quel vuoto dilatato tenterà di ritornare alle dimensioni iniziali, attirando verso di sè le pareti che lo racchiudono e quindi l’aria…in quell’istante il bambino comincerà a respirare autonomamente ma arriverà a dimenticare quel vuoto che originariamente ha richiamato l’aria nei suoi polmoni. Il vuoto che lo ha spinto a respirare e a nascere. Il vuoto che è ancora presente dentro di lui.

Da quel vuoto nasce la spinta a crescere, a progredire, innata in ognuno di noi, quella spinta che mi ha avvicinato al percorso dello yoga, come praticante ed insegnante, per stare bene e far star bene le persone che incontro.


SIMONA MARTA GIRARDI

“Lo Yoga ti porta nel momento presente, l’unico posto dove esiste la vita”

Mi sono avvicinata allo Yoga non per caso, ma spinta da giovanissima alla ricerca della serenità.

Da adolescente la mia mente era come un oceano in tempesta, avevo tante domande, cercavo risposte, ed ero sempre proiettata verso i timori del futuro o rivolta al passato.

A 17 anni ho trovato lo Yoga, una filosofia di vita che mi ha permesso di tuffarmi tra quelle onde di pensieri per superarli e ritrovare la serenità nel presente. 

Quello stesso anno conobbi Lucia, che arricchì la mia passione per lo Yoga, il desiderio di conoscenza e con la quale iniziai a praticare. E praticando mi resi conto che ero la ragazza più giovane della classe ma con il corpo più vecchio tra tutte loro.

Ebbe inizio così il mio percorso, fra alti e bassi, con costanza e tanta determinazione, lungo il quale ho potuto raccogliere molti benefici, per il corpo e per la mente. 

Tutto questo mi ha condotto all’Arhanta Yoga Ashram, scuola in cui ho potuto seguire le orme della mia insegnante.

Insegno per voler restituire la mia esperienza e aiutare gli altri a conoscere lo Yoga per stare bene e fare del bene a se stessi.

Il mio obiettivo è continuare ad apprendere e trasmettere agli altri, per poter estendere, nel mio piccolo, uno stile di vita che fa bene al mondo.

 

MATTEO MASERATI

Il mio incontro con lo yoga è avvenuto dopo tredici anni dedicati alle arti marziali, al culmine di una
lunga traslazione che dall’estremità dell’oriente mi ha portato fino al subcontinente indiano.
Sebbene l’approdo a tale disciplina sia stato del tutto accidentale, l’impatto con essa si rivelò profondo
e dirompente: mi confrontai con un sistema di pratiche vasto e articolato, attraverso il quale accedetti
all’ancor più vasto universo della cultura indiana. Da studioso di filosofia occidentale, la tradizione
teoretica e letteraria sottostante a quella yogica mi aprì agli spazî di una meravigliosa sezione della
storia del pensiero che prima avevo completamente ignorato: incominciai a studiare il sanscrito,
scoprendo progressivamente una realtà estremamente raffinata e ricca di colori.

Praticare yoga mi ha inoltre fornito nuovi strumenti per scegliere e agire con maggiore
consapevolezza, rendendomi così in grado di riconsiderare abitudini consolidate e migliorando il mio
stile di vita.
Da un punto di vista più tecnico, la mia pratica personale è dedicata prevalentemente all’haṭha e
aṣṭāṅga-vinyāsa yoga e, occasionalmente, al kīrtan. Sono inoltre istruttore di primo livello di qi gong,
disciplina che pratico con assiduità e che considero estremamente importante ai fini del mio percorso
di crescita.
Come insegnante di haṭha yoga, mi pongo gli obiettivi di non cessare mai di studiare e praticare, mi
impegno a trasmettere appieno quanto mi è stato insegnato e quanto ho scoperto in prima persona,
perché lo yoga è generoso: ha moltissimo da offrire a ciascuno di noi e può davvero aiutarci a
cambiare in meglio.


JENNY BORZUMATI

Ho sempre praticato sport. Dopo la gravidanza ero alla ricerca di un allenamento efficace che al contempo rispettasse il mio corpo ed i suoi cambiamenti.

Mi sono avvicinata al Pilates e giorno dopo giorno mi sono accorta di appassionarmi ad una disciplina che non solo migliorava il mio stato fisico ma anche il mio benessere generale. In breve tempo ho recuperato la forma fisica e ho acquisito una maggiore consapevolezza del mio corpo. Ho scoperto un mondo coinvolgente ed in continua evoluzione che mi ha portato a spingermi oltre fino a decidere di intraprendere il percorso formativo per diventare insegnante.
Ho ritenuto che il metodo STOTT PILATES ® fosse il più adeguato in quanto si fonda su solidi principi di anatomia e biomeccanica che consentono un allenamento sicuro ed efficace nel rispetto delle naturali curve della colonna vertebrale. Lo studio e  la passione mi hanno consentito  di ottenere la certificazione di Istruttore Stott Pilates Matwork a livello Base, Intermedio e Avanzato.
La collaborazione con Lucia e Zoi Yoga nasce dall’affinità di pensiero sul concetto di benessere e dall’idea comune di trasmettere energia e passione per ciò che facciamo. La definirei una sintonia magica.


Barbara Colombo

Insegnante Yoga certificata Yoga Alliance RYS 200 , co-fondatrice dello Studio Yoga Pozzo dell’Eternità, approfondisce costantemente lo studio dello Yoga seguendo seminari di Iyengar Yoga con il Maestro D.Meloni Advanced Senior level II ,
frequenta il Corso per Operatore Olistico del Suono, Musica e Benessere presso l’Università Popolare di Lucca, studia con i Gong Master F.Radaelli e R.Bottari formati da D. Conreaux e H. Cousto.

Ha sviluppato il progetto Gullwing portando lo yoga in carcere in una casa circondariale lombarda e in una struttura di recupero tossicodipendenze in Brianza.

Questo progetto è nato da un sentimento, da una intuizione emersi dalle acque profonde del cuore: compassione, comprensione, cura e amore, con la volontàdioffrire come dono un proprio servizio, lasciare il frutto di quello che si dona senza alcuna aspettativa.
..”ovunque guardi vedrai il Divino”

Lo Yoga è unione, integrazione tra livelli differenti, realtà diverse, interne ed esterneche sono tutte emanazione e parte di un’unica energia che cambia forma, ma resta luce e amore divini.

BARBARA: 3937961321

Upload Image...