SOSTENIBILITA’ E BIOLOGICO

Zoi ha come missione quella di fare stare bene le persone e, di conseguenza, di pensare
fortemente al nostro futuro e al futuro dei nostri figli.
Per questo motivo abbiamo scelto di adottare il concetto di sostenibilità come base per tutto ciò
che facciamo.
Come primo step abbiamo deciso di cucinare senza carne, pesce e senza i loro derivati.
Usiamo un piccolo quantitativo di formaggi, cercando di selezionare tra questi solo prodotti
biologici e, quando si può, senza caglio animale.
Usando inoltre un’enorme quantità di verdura e frutta, abbiamo deciso di fidarci dei produttori
italiani, puntando soprattutto su quelli che lavorano in maniera sostenibile e cercano di
inquinare meno possibile il terreno, l’aria, le proprie piante e quindi anche il nostro organismo.
Ormai da anni usiamo farine biologiche di antico Molino Rosso,; per quanto riguarda la frutta e
la verdura ci affidiamo al nostro fornitore ecor-baule volante-fior di loto, dal quale acquistiamo
circa il 90 % dei nostri prodotti provenienti da agricoltura biologica, assicurandoci di utilizzare
ogni parte dei prodotti, dalle radici alle foglie e persino i fiori , spaziando con la creatività per
poter eliminare ogni forma di spreco, sperimentando diverse cotture, fasi di preparazione e
tecniche all’avanguardia che ci consentono di preparare piatti inusuali sia per quanto riguarda
l’abbinamento dei sapori, sia per quanto riguarda la varietà degli ingredienti utilizzati.
Per quanto concerne la produzione della pasticceria, ammettiamo che c’è ancora qualcosa su
cui possiamo migliorare per poter raggiungere lo stesso livello di salubrità che garantiamo con
le materie prime biologiche di prima scelta, ma possiamo assicurare che stiamo facendo del
nostro meglio nella ricerca per standardizzare il nostro livello di eccellenza a 360 gradi.
Il vero cambiamento è stato l’ottimizzazione dei processi lavorativi e dell’organizzazione interna
attraverso un percorso di analisi che ci ha portato a raggiungere grandi obiettivi: usare poca
carta e scegliere prevalentemente quella riciclata; usare pochissima pellicola alimentare, pulire
spesso con acqua e aceto( invece di utilizzare prodotti chimici); spegnere prontamente o
disattivare qualsiasi apparecchiature elettrica/elettronica che non serve, risparmiare gas
facendo un uso consapevole dei forni e dei fuochi; inoltre quasi tutte le lampadine che
utilizziamo sono led, tutti i nostri materiali di arredo e quasi tutti i nostri articoli di packaging
sono naturali e, quindi, biodegradabili….
Anche la gestione del nostro staff rientra in questo approccio di sostenibilità: farli stare bene (le
persone sono la cosa più importante per noi), gestire al meglio i turni di riposo (predisponendo
un orario settimanale il più possibile sostenibile e che tenga conto della vita privata dei nostri
dipendenti, per far sì che la sfera lavorativa non venga percepita meramente come un elemento
logorante). Sappiamo di avere un numero maggiore di staff rispetto alla media delle altre
attività del nostro settore e che hanno all’incirca le nostre dimensioni: questo perché
crediamo che si può migliorare solo in certe condizioni., ovvero mettendo le persone che
compongono l’azienda nelle condizioni di poter lavorare nel miglior modo possibile, cercando
di stimolare ogni risorsa con un percorso di crescita, cosa che con il tempo e con la giusta
motivazione, non può tradursi in altro modo se non con l’evoluzione di ZOI, nel suo insieme, ad
un livello superiore di efficienza e consapevolezza.
Tutto questo lo facciamo perché vogliamo dare un segnale forte: crediamo che esiste la
possibilità, anche oggi in Italia, di proporre e condurre un’attività imprenditoriale con forti e serie
connotazioni etiche.
Cerchiamo insomma di pensare a tutte le soluzioni che potrebbero aiutarci a cambiare il mondo
e che possano nel contempo offrire possibilità di business interessanti, senza però avere un
impatto negativo sull’ambiente e sulle persone.
C’è ancora tanto da fare, ma noi non ci fermiamo! Anzi…..

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *